mercoledì 18 novembre 2015

Da Puerto Rico a Las Palmas

Ci sembrava che sarebbe stata una navigazione tranquilla. Si ok se si parte alle 8 alle 16 massimo le 17 siamo a Las Palmas.
La colazione si prolunga un po' più del previsto e verso le nove meno un quarto siamo fuori dal porto.
Puntiamo a nord, sole, vento praticamente inesistente, procediamo a motore.
Sarà il caldo, l'onda che mi culla, insomma mi viene sonno e vado un po' in cuccetta.
Sto per addormentarmi quando la barca comincia a saltare sull'onda. Sarà una nave, penso, mentre cerco di riprendere sonno.
Ma nulla, l'armatore barca continua a saltare di qua e di la.
Esco fuori e siamo sui 20 nodi di prua, il mare è bianco di schiuma.
Presto i 20 nodi diventano 30, e la nostra velocità scema drasticamente.
L'isola è tonda e a mano a mano che la costeggiamo il vento gli gira intorno e noi ad ogni capo ce lo ritroviamo sempre sul naso!
Sono le 17 quando passiamo il capo di NW e finalmente da 30 nodi passiamo a 20.
La velocità migliora un po' e con lei le nostre speranze di arrivare a Las Palmas ad un orario decente.
La navigazione prosegue tranquilla, girato il promontorio cominciamo a vedere le luci del porto confuse con quelle della città.
Entriamo e ci ormeggiamo al molo accoglienza.
Siamo arrivati a Las Palmas di Gran Canaria, ancora non ci crediamo, la prossima tappa sarà dall'altra parte dell'oceano!

3 commenti:

  1. Forza obiwan! Giovanni e Raffaella sono emozionato io per voi ;-)
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  2. Grazie Lorenzo, un abbraccio a te ti aspettiamo a bordo!

    RispondiElimina
  3. Grazie Lorenzo, un abbraccio a te ti aspettiamo a bordo!

    RispondiElimina